OK We use cookies to enhance your visit to our site and to bring you advertisements that might interest you. Read our Privacy and Cookies policies to find out more.

News Italy

0 Comments Nov 22, 2013 | News Italy

Odontoiatria in tempo di crisi: il punto della situazione all’Aiop con Bruno Vespa

Post a comment by Dental Tribune Italia

Nel corso della giornata precongressuale del XXXII Congresso Internazionale Aiop (Accademia Italiana di Odontoiatria protesica) si è svolta un’importante conferenza stampa sulla tematica della salute orale in tempo di crisi con un moderatore d’eccezione, Bruno Vespa.

Il problema centrale di come sia cambiato l’approccio del cittadino al trattamento odontoiatrico a cui sottoporsi, in questo difficile momento storico, è stato affrontato sotto diversi punti di vista, grazie all’intervento di diverse personalità di rilievo del settore e del panorama dell’Accademia.

Vespa ha potuto porre alcune domande, talvolta provocatorie, al presidente dell’Aiop, Lionello Biscaro, il quale ha sottolineato più di una volta la mission dell’Accademia, quella di valorizzare la professione odontoiatrica e di cercare di sensibilizzare la popolazione sui parametri minimi di qualità di trattamento.

Abbastanza centrale è stato il discorso del turismo odontoiatrico e dell’attività delle catene low cost straniere e italiane, dimostrazione del fatto che rispetto ad anni fa c’è un cambiamento del sistema competitivo con un rischio maggiore per il cittadino; Roberto Rosso (Keystone) è intervenuto proprio a questo proposito.

Vespa ha poi chiesto all’avvocato Amato di spiegare sotto l’aspetto legale come i cittadini possono affrontare i contenziosi nei confronti di strutture estere che non hanno garantito un risultato clinico soddisfacente.

La dott.ssa Costanza Micarelli e l’odontotecnico Roberto Bonfiglioli hanno descritto i passaggi di un trattamento preso ad esempio e gli standard qualitativi al di sotto dei quali è “pericoloso” scendere e il dott. Di Marco ha fornito dei parametri di costi per il trattamento presentato in modo che “i non addetti ai lavori” potessero avere un riferimento di costi minimi per una prestazione di qualità.

Alcuni servizi su questo argomento saranno pubblicati sui prossimi numeri di Dental Tribune.

Post a comment Print  |  Send to a friend
0 Comments
Join the Discussion
All comments are subject to approval before appearing. Submit Comment