OK We use cookies to enhance your visit to our site and to bring you advertisements that might interest you. Read our Privacy and Cookies policies to find out more.

Clinical Cosmetic Dentistry

Risultato finale.
0 Comments Oct 14, 2015 | Cosmetic Dentistry Italy

Estetica e CAD/CAM un binomio vincente

Post a comment by M. Alteri

Appare ormai evidente che in odontoiatria le nuove tecnologie CAD/CAM permettono l’utilizzo di materiali ceramici estremamente utili per rispondere alle richieste estetiche e funzionali del paziente. La ceramica integrale è sicuramente il materiale di prima scelta che consente di raggiungere gli obiettivi estetici prefissati.

Caso
Una donna di 40 anni si presenta alla nostra osservazione con la richiesta di migliorare l’estetica del suo sorriso, pregiudicato dalla riduzione della dimensione verticale causata dalla perdita di alcuni elementi dentari posteriori e da bruxismo
notturno, con conseguente usura dei margini incisali degli anteriori (Figg. 1, 2).

Materiali e metodi
Il piano di trattamento prevede la ricostruzione con corone in disilicato di litio degli elementi che vanno dal 1.5 al 2.6 e l’inserimento di un impianto a carico immediato sul 2.6.
La preparazione degli elementi dentari viene eseguita con margine di finitura a champfer che sfiora il margine gengivale (Figg. 3, 4, 5, 6); viene poi presa l’impronta con il sistema Cerec Sirona (Figg. 7, 8), si passa poi alla progettazione delle corone (Figg. 9, 10, 11, 12) e alla fresatura delle stesse (Fig. 13). Nell’arco della stessa giornata vengono provate, finalizzate e cementate definitivamente (Fig. 14).
Nella seduta successiva estraiamo i residui reticolari del 2.6 (Figg. 15, 16, 17) e inseriamo un impianto Leone max stability da 3,75 x 10 mm (Figg. 18, 19, 20). Prepariamo il moncone Leone in Peek dritto (Fig. 21), lo inconiamo (Fig. 22) e anche in questo caso, con la tecnica CAD/CAM, nella stessa seduta proviamo e finalizziamo il lavoro (Fig. 23).

Conclusioni
I pazienti hanno da sempre bisogno di soluzioni definitive, che possano garantire il mantenimento a lungo termine di un’estetica soddisfacente. In alcuni casi è però necessario attuare un compromesso, per quanto riguarda le strutture riabilitative: scegliendo di protesizzare gli elementi dentari con corone singole, invece che optare per ricostruzioni in faccette, la riabilitazione risulta resistere meglio alla parafunzione da bruxismo e dona un risultato estetico omogeneo, anche quando, come nel caso clinico qui presentato, sono state inserite corone in ceramica integrale anche sugli impianti (Figg. 24, 25, 26).

 

Bibliografia
1. Barlattani A, Sannino G, Mechanical evalaution of an implant-abutment self-loking taper connection: finite element analysis and experimental test, Int J Oral Maxillofac implant 2013; 28:e17-e26.
2. Charles E. Stuart. Gnatologic Tooth Preparation. Quintessence Plubl. Co inc. Chicago 1987.
3. Magne, P.; Belser, U.; 2003. Keramik- versus Kompositilays/onlays: Die Auswirkung mechanischer Belastung auf Stressverteilun, adhasion und Kronenelastizitat. Int J fur Parodontologie & Restaurative Zahnheilkunde 23Jg. Heft 6: 531-542.
4. Mehl, a.; 2006. Biogeneric Tooth Reconstruction- a new fundamental method to describe and reconstruct the occlusal morphology of teeth. State of the Art of CAD/CAM Restorations, 2006, Quintessence Publishing.
5. Marquardt P., Strub J.R. Survival rates of IPS empress 2 all-ceramic crowns and fixed partial denttures: results of a 5-year clinical study. Quint Int 2006;37:253-259.
6. Taskonak B.; Sertgoz A. Two-year clinical evaluation of lithia-disilicate-based all-ceramic crowns and fixed partial dentures. Dent Mater 2006;22:1008-1013.
7. Huffman, R. W., Regenos, J. W.: Principles of Occlusion. H. and R. Press, Ohio 1973.
8. Bauer, A., und Gutowski, A.: Gnathology. Quintessence Publ. Co., Berlin 1976.
9. Lucia, V. O.: Modern Gnathological Concepts – Updated. Quintessence Publ. Co., Chicago 1985.
10. Moore, B. K., und Phillips, r. w.: Toothbrush abrasion testing of shademate porcelain and Dicor(R) glass-ceramicspecimens. Indiana University School of Dentistry, Dept. Of Dental Materials.
11. Fasbinder DJ. Computerized technology for restorative dentistry. Am J Dent. 2013 Jun; 26(3):115-20.
12. Moermann W. Jans H. Brandestini M: The Cerec Sistem. Computer ceramic reconstruction. Oral& Video presentation. Hotel Zuerich, Zuerich, Switzerland, May 1, 1986.
13. Moermann W: Jans H, Brandestini M. Ferru A and Lutz F: Computer Machined Marginal Adaptation after Fatigue Stress. J Dent Res 65. 763. Abstr. 339. DMG- Manuskript (1986).
14. Kelly, R.; 2006. Machinable Ceramics. State of the Art of CAD/CAM restorations, 2006, Quintessence Publishing ISBN 10:1-85097-164-1.
15. Kern,M.; 2006. Clinical Performance of All -ceramic Restorations “State of the Art of CAD/CAM Restorations, 2006, Quintessence.
16. Cotert, H.S.; Sen, B.H.; Balkan. M.; 2001. In vitro comparison of cuspal fracture resistances of posterior teeth restored with various adhesive restorations Int J Prosthodont 14(4):374-8

 

L'articolo è stato pubblicato su Cosmetic Dentistry Italian Edition, ottobre 2015.

Post a comment Print  |  Send to a friend
0 Comments
Join the Discussion
All comments are subject to approval before appearing. Submit Comment